• email
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
Stampa pagina

Energia e Sviluppo Sostenibile

Dotazione finanziaria:
164,3 milioni di euro

 

Obiettivo Generale dell’Asse:
Valorizzare le risorse energetiche e migliorare gli standard dei servizi ambientali per promuovere lo sviluppo sostenibile e tutelare la salute e la sicurezza dei cittadini e delle imprese


Struttura dell’Asse:

Obiettivi Specifici Obiettivi Operativi Linee di intervento
VII.1 Migliorare l’equilibrio del bilancio energetico regionale attraverso il risparmio e l’efficienza in campo energetico, il ricorso alle fonti rinnovabili e l’attivazione delle filiere produttive VII.1.1 Promozione del risparmio e dell’efficienza in campo energetico VII.1.1.A Impiego di impianti, attrezzature materiali e tecnologie innovative per il risparmio energetico e l’innalzamento dell’efficienza energetica degli edifici di proprietà pubblica e delle infrastrutture collettive
VII.1.2 Diversificazione delle fonti energetiche e aumento dell’energia  prodotta da fonti rinnovabili VII.1.2.A Incremento dei volumi di energia elettrica endogena mediante la realizzazione di impianti innovativi alimentati da fonti rinnovabili  o lo sviluppo di forme evolute di cogenerazione
VII.1.3 Promozione di filiere produttive nel campo della produzione di energia e nella componentistica energetica VII.1.3.A Aiuti per investimenti produttivi nel comparto della produzione della componentistica energetica ed in particolare in quelli dedicati alla produzione di attrezzature ed impianti, materiali e tecnologie innovative nel campo del risparmio energetico e del ricorso alle fonti rinnovabili nonché nel comparto della produzione di biocarburanti a partire da colture agroenergetiche
VII.2 Garantire la gestione sostenibile delle risorse idriche attraverso la razionalizzazione dei suoi diversi usi e standard di servizi  uniformi sul territorio VII.2.1 Realizzazione di opere infrastrutturali finalizzate all’estendimento ed all’efficientamento del Sistema Idrico Integrato favorendo il risparmio idrico ed il razionale utilizzo delle acque VII.2.1.ACompletamento, potenziamento ed adeguamento delle infrastrutture di adduzione, collettamento e depurazione

VII.2.1.BRealizzazione di opere idrauliche finalizzate, anche con l’uso di tecnologie innovative, al risparmio idrico ed all’utilizzo plurimo delle acque

VII.2.1.CInterventi di affinamento e distribuzione delle risorse idriche non convenzionali (quali le acque reflue trattate e le acque di drenaggio riciclate)
VII.2.2 Ottimizzazione dell’uso della risorsa idrica a tutela delle funzioni ecologiche primarie dei corpi idrici VII.2.2.AMonitoraggio degli acquiferi che alimentano il sistema idrico potabile per determinarne nel tempo la portata emungibile

VII.2.2.BSistemazione e salvaguardia degli acquiferi a protezione delle aree sensibili

VII.2.2.CIndividuazione di nuovi acquiferi atti a preservare le riserve degli acquiferi utilizzati
VII.2.3 Sviluppo ed implementazione di sistemi tecnologicamente avanzati di monitoraggio, gestione, controllo della disponibilità e dell’utilizzo della risorsa idrica VII.2.3.AImplementazione di sistemi di misura per gli schemi idrico-potabili intercomunali

VII.2.3.BRealizzazione di sistemi di regolazione ed automazione dei nodi principali delle infrastrutture idrico-potabili intercomunali

VII.2.3.CRealizzazione del sistema di gestione informatizzato alimentato da moderne tecnologie di telecontrollo e telerilevamento delle risorse nel settore idrico
VII.3 Ottimizzazione del servizio di gestione del ciclo integrato dei rifiuti e recupero delle aree contaminate anche a tutela della salute umana VII.3.1 Realizzazione di modelli organizzativi volti ad assicurare la gestione integrata dei rifiuti nel rispetto della gerarchia comunitaria sul tema VII.3.1.ARealizzazione di ecopunti e piattaforme ecologiche per la raccolta differenziata delle diverse frazioni dei rifiuti urbani e assimilabili, all’interno di un sistema integrato di raccolta su base di ambito territoriale o di sub-ambito attuando anche modelli integrati “porta a porta

VII.3.1.BAttuazione di sistemi integrati di trattamento intermedio dei rifiuti

VII.3.1.CIncentivazione allo sviluppo di attività imprenditoriale nel campo del riciclo dei materiali recuperati dai rifiuti
VII.3.2 Messa in sicurezza e recupero alle opportunità di sviluppo delle aree oggetto di contaminazione anche di origine naturale VII.3.2.AMappatura e caratterizzazione delle aree oggetto di contaminazione di origine naturale ed antropica e loro messa in sicurezza, bonifica e ripristino attraverso l’utilizzo di tecnologie e metodologie innovative a basso impatto ambientaleVII.3.2.BInterventi di bonifica di aree contaminate dall’amianto e contestuale recupero all’uso collettivo di siti di proprietà pubblica
VII.4 Garantire omogenee condizioni di sicurezza dei cittadini e dei beni sul territorio attraverso azioni di tutela e salvaguardia ed il rafforzamento del sistema della conoscenza VII.4.1 Salvaguardia e tutela del territorio attraverso interventi puntuali e diffusi finalizzati al raggiungimento o ripristino delle condizioni di sicurezza del territori VII.4.1.ASistemazione e ripristino della funzionalità dei reticoli idraulici e dei relativi ambiti fluviali

VII.4.1.BProtezione e consolidamento dei centri abitati, dei versanti, salvaguardia ambientale, ripristino delle condizioni di stabilità dei terreni, rinaturalizzazione dei siti degradati, lotta all’erosione delle coste e degli argini, ecc.

VII.4.1.CMessa in sicurezza, in particolar modo rispetto al rischio sismico, delle strutture ed infrastrutture pubbliche
VII.4.2 Potenziamento  del sistema di scambio dei dati ed informazione per consolidare il sistema di previsione, prevenzione e gestione dei rischi naturali ed antropici attraverso il ricorso alle moderne tecnologie dell’I.T.C. VII.4.2.APotenziamento  del sistema di scambio dei dati di informazioni e di acquisizione, anche in tempo reale, di dati idonei all’applicazione di modelli di valutazione del rischio sia in tempo reale sia in tempo differito con una previsione delle risorse infrastrutturali e logistiche in concorso con le azioni di sviluppo e ricerca

VII.4.2.BRealizzazione di una rete unitaria e, tematicamente, interconnessa di monitoraggio delle varie forme di vulnerabilità dell’ambiente e del territorio (quali, il rischio idraulico ed idrogeologico, l’erosione delle coste, la stabilità degli abitati, il rischio sismico, ecc.) estesa su tutto l’ambito regionale, facendo ricorso anche alle metodologie proprie dell’ICT.
Cooperazione territoriale europea
Linea di intervento VII.AC
I
Azioni di Cooperazione internazionale a supporto degli obiettivi dell’Asse

Scheda completa dell’asse